Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
15 dicembre 2009 2 15 /12 /dicembre /2009 16:09

martigli.jpg

Stamattina l'ho conosciuto di persona, lo scrittore Martigli e l'uomo Carlo, e sin dalla stretta di mano vigorosa tipica della gente di mare e dal sorriso sincero di chi vive ormai "fra la Via Emilia e il west" di gucciniana memoria (rendo merito a Libero Iannelli per la citazione) mi sono accorto che poteva essere un incontro pericoloso.

 

La conferma è arrivata subito dopo, durante la presentazione del suo thriller storico 999 L'ultimo Custode, dove la sua loquacità tutta livornese mi ha illuminato su un concetto che avevo in testa da sempre ma a cui non riuscivo a dare la giusta forma.

"Eresia" deriva dal greco haìresis, scegliere.

In origine dunque eretico, era colui che sceglieva, colui che era in grado di valutare più opzioni prima di posarsi su una.


Che io fossi un eretico non c'era bisogno che me lo spiegasse lui. Lo sapevo. Lo sento nelle viscere e nelle dita quando impugno una penna.
Ma che lo fosse una persona così a tono, per bene, addirittura col capello bianco e il maglioncino a tinta unita come lui, questo proprio non me lo aspettavo.
Pregiudizio mio, pardon, ma sarà che quelli della generazione di mio padre li ho sempre visti come gentiluomini, inclini più che altro alla salvaguardia della famiglia e del lavoro tanto da reprimere i molti vacagare che avrebbero voluto urlare. Ereticamente, ovvio. E invece lui parla diretto, dice quello che pensa, vivaddio! E non lo date per scontato solo perché di mestiere fa lo scrittore. Non è tanto Martigli a essere un eretico, quanto Carlo.


Che poi mi ha colpito un filo conduttore fra i due (me e lui, Malaria e L'ultimo Custode, l'allievo e il maestro). Una delle ultima frasi del mio libro, proprio l'inizio dell'ultimo capitolo recita Destino o Libero Arbitrio, questo è il problema. La amletica domanda che si pone il mio Eduardo Scarpa è già di per sé un'eresia, perché s'interroga, cerca di capire, si fa un'opinione...insomma: sceglie. (subito dopo sceglie...qui non ve lo dico cosa per non rovinarvi il finale!).

Come dice Carlo A. Martigli. Eretico e quindi Pericoloso, come gli scrittori che ospito in queste mie pagine.




Condividi post

Repost 0
Massimo Lerose
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di Massimo Lerose
  • Blog di Massimo Lerose
  • : Meglio stare all'Indice che al medio... Scrittori Pericolosi, non scrittori fottuti!
  • Contatti

Profilo

  • Massimo Lerose
  • Massimo Lerose nasce nel 1978.
E' attore, regista e scrittore.
Per molti dovrebbe trovare un "lavoro serio".
Per alcuni è un "talento sprecato".
Per pochi è semplicemente Massimo.
La sua casa è il mondo.
Il suo mondo è Terracina."
  • Massimo Lerose nasce nel 1978. E' attore, regista e scrittore. Per molti dovrebbe trovare un "lavoro serio". Per alcuni è un "talento sprecato". Per pochi è semplicemente Massimo. La sua casa è il mondo. Il suo mondo è Terracina."