Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 ottobre 2010 1 04 /10 /ottobre /2010 12:31

Pre scriptum: le seguenti parole sono riferite al Terracina Book Festival.

 

Perché poi uno la dice in un fiato la parola grazie.

E ad alcuni pare troppo piccola per essere, com'è, importante.

Altri la buttano lì come un sassolino messo in mano da mamma educazione quando invece è un fottutissimo macigno che scatena valanghe emozionali.

Io c'ho una montagna dentro. E se Maometto non mi viene a trovare mi sa che gli scrivo. 

Io c'ho una montagna dentro. E ve la butto addosso prendendo la mira, cercando scientificamente di colpire ognuno di voi.

 

 

Grazie ad Andrea Giannasi perché è toscano come Dio.

 

Grazie alla Preside Anna Maria Masci... che c'era punto e basta!

 

Grazie a Cristina e Roberto, i mastini della Bibliolibreria.

 

Grazie a Francesca e alle sue fatture... ma non da strega!

 

Grazie al personale docente dell'Istituto Filosi, a quelli di sala e a quelli di cucina, a quelli di segreteria e a quelli che chiamano in un modo strano ma che io continuo a chiamare bidelli (è italiano mica per altro...), agli studenti e pure a Filosi stesso!

 

Grazie agli occhiali di Gianluca Pitari e al suo accento che mi ricorda tanto un certo Emme lo straniero che ieri era in Sala Valadier (che ringrazio... l'architetto Valadier dico, mica la signora Sala)

 

Grazie ad Angela ed Angelo che ormai hanno l'usucapione degli angoli della Sala. Pare che il treppiedi di Cento Tv sia ormai un oggetto mitologico.

 

Grazie a Laura Fedele e al cameramen "amico di Franco Iannizzi" (che ringrazio), a Sara De Falco e all'operatore storico di Lazio Tv, a Rita Alla che vedevo felice in platea, a Rita Recchia e al suo scagnozzo, e a tutti i giornalisti che hanno seguito il TBF.

 

Grazie alle centinaia di persone che hanno visitato, letto, ascoltato, riso, sospirato e si sono emozionate con noi...

 

Grazie a Serena Antonelli e al Rotaract eccetra eccetra per essere persone e non sigle.

 

Grazie a Sergio, Amelia, Marco e Cesare, Enzo, Roberto, Aldino, Savina e Marco, più che sponsor, pionieri folli della rinascita culturale terracinese.

 

Grazie alle istituzioni cittadine perché NON hanno trovato neanche un minuto in tre giorni. Ci hanno lasciato puri come bambini, senza essere scalfiti dalla loro vergognosa presunzione e arroganza... non valgono neanche 5 euro e 26 centesimi!

 

Grazie ai tanti "Poeti a duello" che hanno avuto il coraggio di mettere in piazza le proprie emozioni. E alla giuria altrettanto coraggiosa da votarle, le emozioni.

 

Grazie ai tantissimi narratori del concorso "Si scrive Terracina!": a Fabio che volerà a Torino, a Damiano che dal Tempio mi ha detto "ho capito perché ami tanto questa città!" e a Francesca che crea personaggi dannatamente belli.

 

Grazie a Francesco Giuliano e alla sua sicilianità trapiantata in piena palude pontina. E a Andrea Giansanti ed Alessandra Valente che sanno parlare proprio bene,

 

Grazie al Porofessor Selvaggi che mi fa sempre scoprire cose nuove sulla nostra amata città. E quindi grazie al filgio di Garibaldi che voleva la Stazione a Terracina.

 

Grazie alla dottoressa Torricelli e al suo accento teneramente veneto.

 

Grazie a Simone Di Biasio, sia al giornalista che al poeta!

 

Grazie alla voce di Alberto Lori, alle parole di Alberto Levi Kessler e a tutti gli Alberto "e qualcosa" che ho conosciuto... formano un'unica eccezionale persona.

 

Grazie a Valentina Grotta e Dario Falconi che hanno esportato il TBF in Cina e, addirittura, a Napoli!

 

Grazie allo showman Fabrizio Gabrielli e ai suoi bumchà.

 

Grazie ai Let's Jazz... che live sono tutta un'altra musica!!!

 

Grazie a Mauro Palazzi e Luciano Cisi perché due ragazzacci come loro insieme sono capaci di creare immagini indelebili.

 

Grazie a Enrico "Mastrilli" Tribuzio e a tutta la crew, dagli attori ai tecnici passando per il catering (!!!), perché ha lasciato un segno di terracinesità ai posteri.

 

Grazie a Federica e ai suoi Peanuts che hanno invaso allegramente la scuola. Quando la semplicità vale più di mille arzigogoli e gli sguardi più di cento parole.

 

Grazie agli StanchiNati. Ad Antonio che c'è venuto da Roma, a Paolo che ha fatto e dato sempre di più e ad Adriana assente più che giustificata ;-)

 

Grazie a Giorgio Molinari perché noi giallisti siam persone per bene, "che non farebbero male nemmeno ad una mosca" (Cit.).

 

Grazie a Irene perché, se un diamante è per sempre, la sua amicizia li frantuma in polvere 'sti diamanti.

 

Grazie a mamma e papà..."e ho detto tutto!" (Cit.) 

 

Grazie a Terracina che "ha vinto. Era ora!" (Cit.)

 

ah... e grazie pure a quel bambino ricciolino e balbuziente, insicuro e sognatore che mi tiene testa da 32 anni, ma di cui non ricordo il nome...

Condividi post

Repost 0
Massimo Lerose
scrivi un commento

commenti

Andrea Giansanti 10/16/2010 17:24


Grazie a voi, per la cortesia e l'accoglienza che ci avete riservato!


Diavoletto 10/04/2010 20:12


Grazie a te che, ogni volta che ti leggo, riesci a farmi uscire la lacrimuccia. E scusa se è poco!


Presentazione

  • : Blog di Massimo Lerose
  • Blog di Massimo Lerose
  • : Meglio stare all'Indice che al medio... Scrittori Pericolosi, non scrittori fottuti!
  • Contatti

Profilo

  • Massimo Lerose
  • Massimo Lerose nasce nel 1978.
E' attore, regista e scrittore.
Per molti dovrebbe trovare un "lavoro serio".
Per alcuni è un "talento sprecato".
Per pochi è semplicemente Massimo.
La sua casa è il mondo.
Il suo mondo è Terracina."
  • Massimo Lerose nasce nel 1978. E' attore, regista e scrittore. Per molti dovrebbe trovare un "lavoro serio". Per alcuni è un "talento sprecato". Per pochi è semplicemente Massimo. La sua casa è il mondo. Il suo mondo è Terracina."