Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 aprile 2012 4 05 /04 /aprile /2012 13:12

Faccio outing.

Anche se quei pochi che mi conoscono bene lo sanno già.

Prendete carta e penna, togliete il tappo alle vostre macchinette fotografiche e mettete in modalità Rec le vostre videocamere.

Are you ready???????

Dico, scrivo, sottoscrivo, dichiaro, firmo e controfirmo che il sottoscritto MASSIMO LEROSE è un Senzadio, un Senzapatria e un Senzacredopartitico.

No, non ho detto Ateo, Apolide e Anarchico.

Ho semplicemente dichiarato la mia estraneità alla maggioranza, che purtroppo non è neanche più silenziosa come una volta, vista la cattiva funzione che hanno su di essa i Social Network, alla maggioranza, dicevo, delle idee precostituite e preconfezionate e incanalate sugli scaffali dei grandi supermercati costruiti per rincoglionire.

Ho le mie idee su tutto.

Idee nate nella pancia, ataviche, nutrite poi a forza di curiosità, di non fermarsi mai per partito preso al primo che dice "io ho la Verità", e infine cresciute, in un continuum modellante, che continua e continuerà sempre, perché solo così ci si comporta onestamente con se stessi. Continuerà fino all'ultimo giorno del nostro passaggio sulla Terra. E forse anche dopo. Nessuno ha la Verità per dimostrarlo.

Ho le mie idee su tutto.

E crescendo ho fatto mio il motto: "Non condivido ciò che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo."

È finito il tempo dell'avversità, dell'essere contro. Quel tempo ribelle dell'adolescenza in cui scagliarsi verso per offendere. 

Ora è tempo di essere pro, a favore delle cose che ritengo giuste, andare incontro a braccia aperte per accogliere, anche chi ha idee diverse dalle mie, in modo da arricchire il mio bagaglio.

Ed eccoci giunti alla parte più complicata del mio percorso evolutivo: NON GIUDICARE.

Attenzione, il NON GIUDICARE riguarda solo l'ambito pubblico. Non giudicare in pubblico perché o si conosce come se stessi una cosa o non si può giudicare. E siccome ho imparato che conoscere se stessi è complicato quanto studiare fisica quantistica...

Nel mio intimo lascio libere le mie capacità critiche per aiutare la conoscenza, per farla amalgamare a nuove esperienze. Ma mai in senso negativo. Anche se il giudizio riguarda la cosa peggiore del mondo (sempre secondo la mia percezione, ovvio) cerco di scavare, come una talpa ma mettendo un bel paio di lenti perché la cecità non porta da nessuna parte.


Senzadio non è Ateo.

Ateo è riduttivo e, soprattutto, spregiativo. Viene usato da chi vuol mettere in cattiva luce chi non la pensa nel suo stesso modo. Viene usato col tono schizzignoso nel quale vengono usati anche gli altri aggettivi che riguardano le altre religioni e/o filosofie.

Senzadio. Tutta una parola. Senza QUEL determinato dio che le grandi religioni monoteistiche pretendono di ergere a Verità. Ma anche senza tutti gli altri, dai classici orientali Buddha e Shiva, agli ormai  demodè Zeus a Manitù.

Senzatuttiglidèi. Che per antitesi sarebbe anche Contuttiglidèi.

Proprio perché non sono contro. Ma sono a favore di.

Studio, leggo, mi informo. Faccio mie quante più cose possibili. E cerco di prendere il buono che c'è in tutte le Filosofie (perché, checché ne pensiate, quelle sono le Religioni, almeno nel concetto nascituro di ognuna di esse). E provo a capire anche le cose peggiori.


Senzapatria non è Apolide.

Ovvio che per Legge io una cittadinanza ce l'abbia:

Stato Italiano, Regione Lazio, Provincia di Latina, Comune di Terracina.

Ma se uno volesse essere pignolo zona "Ju Vialone". Ma dalla parte di Azzola e non di San Damiano. Lato Mare e non lato fiume. Scala A. Primo Piano. Interno 1. 

E pensandoci bene la mia cameretta è in fondo al corridoio a destra... dopo il cesso.

Però se uno scava, sulla carta di identità c'è scritto: Nato ad Alatri, Provincia di Frosinone. Ciociaria.

Ma allora io chiedo a mamma e papà e scopro che sono stato procreato alla Spiaggetta, Terracina centrissimo.

Però qui qualcuno si offende e dice: "Eh no, bello mio, tuo padre è calabrese!".

E io risponderei "Se per questo 3 nonni su 4 erano calabresi, anche la mamma di mia madre che è terracinese di dentro le mura!".

E se uno volesse fare un tunnel nel dna scoprirebbe avi marchigiani, romani e vai a sapere poi...

Sono un Senzapatria. Tutta una parola. Perché mi sento cittadino del mondo. E mi comporto da tale. Da sempre. Anche quando ero piccolo e non ne avevo la coscienza. Cittadino del mondo con la piena coscienza di dove sono nato, di dove sono cresciuto. Ma anche dei luoghi in cui ho studiato, lavorato, vissuto e che ho visitato. 

Prendere coscienza senza giudicare prima. Senza pregiudizi. Ma giudizi sani e costruttivi, quelli sì.

 

Senzacredopolitico non è Anarchico.

Che poi, stesso discorso che ho fatto per gli altri due termini di cui sopra, se ci limitassimo al significato della parola l'Anarchia non mi farebbe neanche schifo, anzi... "la concezione politica basata  sull'idea di un oridine fondato sull'autonomia e la libertà degli individui". Ma siccome conosco i miei polli, gli essere umani, che sono stati, restano e saranno sempre degli animali, nel senso buono del termine, comprendo benissimo che non possa esserci siffatta utopia.

Ma detto questo ribadisco il mio essere Senzacredopolitico. Tutta una parola.

Ho le mie idee anche su questo argomento. Ma, badate bene, non ideologie, soprattutto non di convenienza come da sempre l'uomo è portato a fare riguardo la Cosa Pubblica (ma anche fosse Privata sarebbe uguale).

Ho sempre avuto la mia concezione di mondo, di giustizia, di uguaglianza, fraternità, libertà. Concezioni che si sono a volte smussate, a volte si sono accentuate e altre ridotte. Come è giusto che sia nel piano evolutivo della vita.

 

Nessuno ha la Verità. 

E chi dice o pretende di averla lo fa solo per interesse. Il proprio.

Ma è giusto cercare di avvicinarsi più possibile. Per se stessi.

Senza pregiudizi.

Ma scavando a fondo.

Cercando di capire.

Cercando.

Anche non capendo.

Ma cercando.



Condividi post

Repost 0
Massimo Lerose
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di Massimo Lerose
  • Blog di Massimo Lerose
  • : Meglio stare all'Indice che al medio... Scrittori Pericolosi, non scrittori fottuti!
  • Contatti

Profilo

  • Massimo Lerose
  • Massimo Lerose nasce nel 1978.
E' attore, regista e scrittore.
Per molti dovrebbe trovare un "lavoro serio".
Per alcuni è un "talento sprecato".
Per pochi è semplicemente Massimo.
La sua casa è il mondo.
Il suo mondo è Terracina."
  • Massimo Lerose nasce nel 1978. E' attore, regista e scrittore. Per molti dovrebbe trovare un "lavoro serio". Per alcuni è un "talento sprecato". Per pochi è semplicemente Massimo. La sua casa è il mondo. Il suo mondo è Terracina."