Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 febbraio 2012 7 19 /02 /febbraio /2012 01:29

C'eran tre tizi che dirsi normali proprio non si può, a Terracina.

C'era un argentino, un civitavecchiese e un terracinese. Come nelle barzellette.

Maximiliano Chimuris c'è venuto dalla Bombonera maradoniana a farsi vanto di vittorie sontuose del Boca sul mio povero River retrocesso come i gemellati granata, ma soprattutto ad illustrare sudamericanamente i racconti di Gabrielli e pure un po', perché no, a far il giapponese con tutti quei clik.

Fabrizio Gabrielli ci vien spesso a Terracina, ormai... come uno Schettino qualunque che fa la tratta Civitavecchia-Terracina costa-costa... per salutare questo scoglio ansurate sempre più letterario grazie, anche, a una parte non inquinata di Civita, quella Prospettiva che fa piccole grandi cose letterarie.

Massimo Lerose c'è stato procreato, c'è cresciuto e pasciuto. Ama far conoscere la sua bomboniera a quelli della Bombonera e dar sempre nuove indicazione sulla rotta ai vecchi lupi del mare letterario, anche se non è una cima.

 

Tre tizi a zonzo pel centro storico.

Che poi gli capita di passegiare insieme ai bambini in maschera, oppure che poco più avavnti li ferma la fornaia e al civitavecchiese gli dice "Aspetta 'nu po'... ma tu n'n sì i fije de...?", o financo che si mettan a far pezzi rap con Mariusc in una cantina con le volte, dove a volte nascon gran pezzi giovanili che altrocheparappapapapapaperchésanremoèsanremo.

 

Tutta 'sta premessa per dire che le presentazioni di un libro mica son tutte lì, nella libreria Segnalibro (in questo caso), e che nascono e muoiono lì. C'è un prima e c'è un dopo.

Il prima l'ho premesso (in fondo si chiama prima...).

Il dopo ve lo lascio immaginare, fra svolacchi di dediche e chiacchiere sulla gloriosa Curva Mare, e saluti, e pacche sulle spalle.

Il durante ve lo copio e incollo dal foglio Pages (I'm the son of Steve Jobs), così come l'ho recitato.

 

è tutta colpa di un pesce rosso se oggi il ragazzo qui seduto ci viene a parlare di quello che i filologi dell’estetica all’italiana chiamano CALCIO ma che noi poveri bambinoni con le barbe incolte e le sbucciature ataviche sulle ginocchia chiamiamo sempre e ancora PALLONE.

Sì, un pesce rosso , il suo primo libro

l_inafferrabile-weltanschauung-del-pesce-rosso.jpg, che già all’epoca presentava racconti scritti in uno stile innovativo, tutto suo... GABRIELLIANO diranno i posteri... speriamo più tardi possibile!

Nel Pesce Rosso ci sono ANCHE racconti di calcio, ma quasi da squadra primavera: si sentiva già la freschezza, si intuivano le potenzialità del ragazzo, ma aveva ancora le gambe fragili e gli avversari erano difensori brutti, sporchi e cattivi che picchiavano alle caviglie.

Poi il numero 10 Gabrielli, perché di un fantasista stiamo parlando, signori miei, poi Gabrielli cresce, fa l’esordio in prima squadra e la trascina ad una vittoria inaspettata, troppo forti le squadre che monopolizzano il mercato del (MOSTRA UN LIBRO) rettangolino di gioco.

Ma il ragazzo che si farà anche se ha le spalle strette, ma non ha la maglia numero sette, proprio nell’ultima giornata di campionato, sfodera una punizione che centra in pieno la traversa e fa KATACRASCH

katacrash

... tutta la curva fa nooooooo... ma poi il pallone prende un effetto strano e s’insacca all’incrocio dei pali! GOOOOOOOOOOOOOL

(piccola pausa)

Oggi Gabrielli è diventato un Top Player della scrittura e, come i Baggio, i Cassano e, omaggio alla sua giallorossità, come i Totti si diverte a fare solo e soltanto numeri d’alta scuola.... SFORBICIATE, signori e signore!

covercia-3d.jpg

Condividi post

Repost 0
Massimo Lerose
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di Massimo Lerose
  • Blog di Massimo Lerose
  • : Meglio stare all'Indice che al medio... Scrittori Pericolosi, non scrittori fottuti!
  • Contatti

Profilo

  • Massimo Lerose
  • Massimo Lerose nasce nel 1978.
E' attore, regista e scrittore.
Per molti dovrebbe trovare un "lavoro serio".
Per alcuni è un "talento sprecato".
Per pochi è semplicemente Massimo.
La sua casa è il mondo.
Il suo mondo è Terracina."
  • Massimo Lerose nasce nel 1978. E' attore, regista e scrittore. Per molti dovrebbe trovare un "lavoro serio". Per alcuni è un "talento sprecato". Per pochi è semplicemente Massimo. La sua casa è il mondo. Il suo mondo è Terracina."