Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
2 agosto 2010 1 02 /08 /agosto /2010 14:32

Il mio caro amico e collega Antonio Mehiel me lo ripete spesso e volentieri, non tanto per problemi di alzehimer o di vecchiaia precox che non ha, quanto piuttosto perché ama ribadire certi concetti per lui fondamentali: "i libri non li scegli tu... sono loro che scelgono te!"

 

Partendo da questo concetto molto orientale (non per niente abita a Roma est... :-) ) vi segnalo un libro e un autore che mi hanno scelto.

Organizzando la prima edizione del TERRACINA BOOK FESTIVAL mi sta capitando spesso di ricevere segnalazioni su libri da poter presentare; niente di più divertente per me che adoro leggere, conoscere cose, persone, storie, stili nuovi.

E così mi sono ritrovato BATTI E CORRI - Notte d'orrore a Villa Ada di GIORGIO MOLINARI, Robin Edizioni, fra le mani e in tre giorni me lo sono scolato, come una bibita ghiacciata che al sole d'agosto rinfresca corpo e anima, centellinando i sorsi per non farmi venire il mal di testa e gustandomi il sapore forte della trama, agile e ben studiata, di questo noir con protagonisti gli adolescenti ma per niente adolescenziale (chi ha notato una leggere vena polemica nei confronti di certa "letteratura"... ha perfettamente colto nel segno!).

Molinari ha una scrittura asciutta ma ricercata, non si nota mai, neanche quando parla la quattordicenne Simona, che ha superato da un po' i cinquanta... e non si nota che è il suo primo romanzo. Ha la faccia tosta di scrivere nomi veri e non nomignoli americanizzati che a Villa Ada, Piazza Vescovio e Fidene farebbero ridere se qualcuno li scrivesse, per esempio, in un romanzo che poi, magari, ti diventa pure un film con uno di quegli attori bonazzi (come? già l'ho detto che F.M. farebbe meglio a incatenarsi con un bel lucchetto grosso, grosso?).

Molinari ha l'accortezza di non giudicare mai i propri personaggi, di presentarceli nudi e crudi, per quello che sono o che vorrebbero essere. Insomma, scrive bene, Giorgio, tanto bene che lo metto in cartellone al  TERRACINA BOOK FESTIVAL, dove ci racconterà di persona del suo libro, della violenza, del bullismo, della voglia della gente di leggere di storie di cronaca.

 

vi lascio con un link dove poter sentire direttamente dall'autore di cosa parla il libro:

 

http://corpifreddi.blogspot.com/2009/03/batti-e-corri-giorgio-molinari.html

 

e l'incipit del romanzo, che mi ha colpito particolarmente:

 

"Nike Power max: mica cazzi. Le guardo da sotto il banco: una vera figata da centoquaranta euro. A tutti ho detto che le ho rubate al centro commerciale. Invece i centoquaranta li ho fregati a mio padre che ha fiducia in me. Pensa che non gli rubo i soldi. Chissà come mi compro 'ste cazzo di scarpe. Manco si accorge che le porto. Ho un padre testa di cazzo. non è poi 'sta gran sfiga. Non si accorge di nulla, pensa solo ai suoi aeroplani e a quella moretta che fa la hostess. Ti credo che mia madre lo ha lasciato, mica scema. Si è messa con un dentista molto più giovane di lei. Mamma sì che è una paracula."

 

 

Condividi post

Repost 0
Massimo Lerose
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di Massimo Lerose
  • Blog di Massimo Lerose
  • : Meglio stare all'Indice che al medio... Scrittori Pericolosi, non scrittori fottuti!
  • Contatti

Profilo

  • Massimo Lerose
  • Massimo Lerose nasce nel 1978.
E' attore, regista e scrittore.
Per molti dovrebbe trovare un "lavoro serio".
Per alcuni è un "talento sprecato".
Per pochi è semplicemente Massimo.
La sua casa è il mondo.
Il suo mondo è Terracina."
  • Massimo Lerose nasce nel 1978. E' attore, regista e scrittore. Per molti dovrebbe trovare un "lavoro serio". Per alcuni è un "talento sprecato". Per pochi è semplicemente Massimo. La sua casa è il mondo. Il suo mondo è Terracina."